Beata Vergine della Salute

Santuario della Beata Vergine della Salute di Puianello

svolgono servizio i Frati Minori Cappuccini

Padre Raffaele da Mestre

Notizie

In occasione del terzo centenario dell’inaugurazione del Santuario di Puianello, dedicato alla Beata Vergine della Salute, avvenuta l’8 settembre 1721, è stato concesso da Papa Francesco un anno giubilare con indulgenza plenaria da lucrarsi per i fedeli sinceramente pentiti e mossi da carità, i quali potranno applicarla anche per le anime dei defunti.
L’anno giubilare inizia il 13 maggio prossimo e termina il 13 maggio del 2022.
Perciò il 13 maggio alle ore 19,45, nel piazzale del Santuario mons. Erio Castellucci aprirà questo anno di grazia, sotto la protezione della Beata Vergine della Salute.

Ogni giorno (eccetto la domenica) alle ore 20,30 viene recitato un Rosario meditato. Ci rivolgiamo fiduciosi alla Beata Vergine della Salute affinché ottenga dal suo Figlio Gesù la guarigione dei nostri mali del corpo e dello spirito.

Signore Padre buono e misericordioso,
ascolta la preghiera delle tue figlie e dei tuoi figli
in questo tempo oscurato dalle ombre della malattia e della morte.
La Pasqua di Cristo, verso la quale siamo incamminati,
illumini il nostro pellegrinare.
Donaci occhi, mente e cuore
per sostenere le famiglie, soprattutto le più provate;
per prenderci cura dei bambini, accompagnare i giovani,
dare forza ai genitori e custodire gli anziani.
Dona guarigione agli ammalati, pace eterna a chi muore.
Indica ai governanti la via per decisioni sagge e appropriate
alla gravità di quest’ora.
Dona forza ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari,
a chi si occupa dell’ordine pubblico e della sicurezza,
affinché siano generosi, sensibili e perseveranti.
Illumina i ricercatori scientifici,
rendi acute le loro menti ed efficaci le loro ricerche.
Lo Spirito del Risorto sostenga la nostra speranza.
Per la forza del suo Amore, o Padre,
rendi ciascuno artigiano di giustizia,
di solidarietà e di pace, esperto di umanità.
Donaci il gusto dell’essenziale, del bello e del bene,
e i gesti di tutti profumino di carità fraterna
per essere testimoni del Vangelo della gioia,
fino al giorno in cui ci introdurrai,
con la beata Vergine Maria, san Giuseppe e tutti i santi,
al banchetto eterno del Regno.
Amen.

Dal 4 al 21 Marzo i territori della Provincia di Modena saranno “zona rossa”, con tutte le restrizioni e i divieti del caso.

Per quanto riguarda le celebrazioni liturgiche nei luoghi di culto non ci sono variazioni rispetto al Protocollo siglato tra Governo e CEI lo scorso maggio e le successive integrazioni; perciò permane la disciplina attualmente in corso, con tutte le precauzioni già da tempo adottate riguardo la sanificazione, il distanziamento, l’uso delle mascherine. Il che vuol dire che anche per noi al Santuario si continua come prima, con ogni cura possibile.

Particolare attenzione va riservata all’autodichiarazione che deve sempre essere compilata da chi deve recarsi nelle nostre parrocchie e strutture, sia che vi si sposti per lavoro o per effettuare servizi, sia che vi si rechi per le celebrazioni liturgiche.

Pagina 1 di 3